mercoledì 2 novembre 2016

L'ALBERO E LA CRISALIDE - fine del film "MONSIEUR LAHZAR"

Non c’è niente da dire di fronte a una morte ingiusta, niente che aiuti. Non serve cercare una spiegazione.

Su un ramo di un albero di ulivo se ne sta sospesa una piccola crisalide color verde smeraldo “domani sarà una bella farfalla libera dal bozzolo” pensò l’albero che aveva gioito ogni giorno nel vederla crescere, ma nel suo cuore il desiderio di tenerla ancora un po’ con sé era forte.  “Così si ricorderà di me” pensava.
L’aveva protetta dal vento, l’aveva salvata dalle formiche pur sapendo che molto presto lo avrebbe lasciato per affrontare da sola predatori e intemperie.
Quella notte un terribile incendio devastò la foresta e la crisalide non divenne mai farfalla. All’alba il fuoco si spense, l’albero era ancora in piedi, vivo, ma il suo cuore era diventato di cenere, distrutto dalla fiamme, consumato dal lutto.

Da quella notte, quando un uccellino si posa sui suoi rami, l’albero gli racconta della crisalide che non fu mai farfalla e la immagina con le ali spiegate, fluttuante nell’ azzurro del cielo senza nuvole, ebbra di zucchero e libertà. 

Testimone silenziosa e lieve delle nostre storie d’amore.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...