domenica 21 giugno 2015

TESSUTO DORTHY - IKEA

Ho sempre avuto un debole per i tessuti con raffigurazione di erbari, quando ho visto questo non ho saputo resistere e ho subito confezionato due tende per una camera da letto.
Ottimo cotone, prezzo onesto (4,99 euro al metro) .



questi invece sono fiordalisi e altri fiori campestri, li ho sempre visti in tarda primavera crescere spontanei qua e la', ora li vedo sempre più raramente e mi è sembrato giusto fotografarli, hai visto mai che tra un po' diventano fiori rari.....




Buona domenica a tutte!

Anna Maria 

giovedì 18 giugno 2015

BURDA 11/2014 modello 105

Semplice, stile anni '60 con manica a tre quarti, velocissima da cucire, comoda vestibilità. HO usato uno scampolo di cotone con fondo blu, la adoro!!
Le istruzioni sono chiarissime, è uno di quei modelli che vengono spiegati passo-passo, avevo già realizzato un vestito per la mia amica Antonella, solo allungando l'orlo, questo inverno. Credo che replicherò a breve.





Buona giornata a tutte!

Anna Maria 


martedì 16 giugno 2015

TIZIANO TERZANI - IN ASIA

Ho appena finito di leggere un libro molto interessante sotto il profilo storico- politico asiatico, scritto in modo semplice, si legge di un fiato, le premesse strategiche degli ultimi 30 anni che hanno portato alla realtà di oggi. La lettura è piacevole nonostante l'argomento (!?!) perché Terzani in questo è, e resta, un maestro, ma quello che mi ha colpito di più è la fine (434 pagine), ne riporto uno stralcio.

"Gli orsignani eran gente che aveva tempo. Con un filo d'erba in bocca, stavano ore e ore in cima a un colle a guardare il gregge con tutto l'agio di pensare e tacere. MI parevano conoscere l'animo umano come pochi. Da ogni piccola vicenda mi sembravano capaci di tirar fuori l'archetipo con quelle semplicita' in cui, piano piano, ho imparato a riconoscere la grandezza.
ERano, per necessita', grandi osservatori della natura e da quella tiravano sempre grandi lezioni e il senso di un equilibrio che si rifletteva nel dar vita, a volte solo con un nome e una leggenda, a ogni sasso, ogni forra.
Crescendo imparai ad apprezzarli sempre di piu'. IO andavo in capo al mondo a cercar di capire qualcosa; loro, senzasapere nè leggere nè scrivere, restando sempre li', ma facendo d'ogni piccolezza un capitale, s'eran costruiti un gran sapere, mi pareva.
Tornavo dal Vietnam e Alighiero, che la guerra l'aveva vista solo una volta quando i tedeschi eran venuti a bruciare una borgata nella valle per rappresaglia d'un attacco partigiano, sembrava saperne tanto piu' di me. E forse era cosi'. Io avevo visto per un attimo un grande bagliore, lui aveva visto il lento scorrere delle cose nella loro interezza. I cinesi hanno una bella espressione per descrivere come io vivevo, e ancora vivo :"Guardare i fiori dal dorso di un cavallo". Proprio cosi': in venticinque anni d'Asia ho visto tanti fiori, a volte straordinari, grandi, ma dall'alto di un cavallo, sempre di corsa, sempre a distanza, senza troppo tempo per soffermarmici. Gli orsignani hanno visto pochi fiori, forse piccoli, ma ci sono stati accanto, li hanno visti sbocciare, crescere, morire. E di quello straordinario ciclo della vita sono diventati esperti. E liberi, anche dalla morte."


giovedì 11 giugno 2015

STOCCOLMA

Per il ponte del due giugno ho visitato Stoccolma, una capitale che desideravo conoscere da molti anni. Sono arrivata in città con l’Arlanda express, un treno elettrico che porta dall’aeroporto in soli 20 minuti (esatti) alla stazione centrale, raggiunge la velocità di 205 km orari, rapido, comodo, efficiente, pulitissimo e senza scritte o poltrone rovinate (come spesso capita di vedere dalle nostre parti).
Il sito https://www.arlandaexpress.se/ permette di prenotare comodamente da casa con emissione di un biglietto elettronico che vi verrà recapitato immediatamente dopo il pagamento via mail, una delle (molte) volte in cui apprezzo la tecnologia. 


durante i giorni di permanenza si sono alternati pioggia, nuvoloso, ventoso, soleggiato… insomma, il tempo è molto variabile ma soprattutto, la cosa meravigliosa, è la sensazione di grande respiro, di aria pulita, tutto è luce, acqua, vento, cielo. Difficile spiegare, bisogna provare. Mi avevano detto che è una città unica, la Venezia del nord, diciamo che le aspettative non sono state deluse dalla realtà. Semplicemente magnifica.
Avrei tanto voluto provare il brivido di affittare uno di questi “goboat” e avventurami verso le isolette del lago Malaren, purtroppo il tempo a disposizione era poco, pero’ si puo’ sempre decidere di tornarci….
Stoccolma oltre a essere immersa tra un lago e il Baltico è anche piena di verde, il contatto con la natura è l’elemento portante di questa citta’, in ogni suo aspetto.














Skansen è un museo all’aperto, fu ideato nel 1891 per mostrare come viveva un tempo la popolazione rurale svedese. Furono trasportate qui da ogni regione della Svezia 150 case e fattorie per ricostruire la vita contadina così come la cultura lappone (SAmi). Ovunque sono visibile flora e fauna dei paesi nordici, con orsi, lupi e alci nel loro habitat naturale. MOlti impiegati vestiti con abiti dell’epoca, si aggirano o fanno lavori tipici in questo interessante parco. Un comodo trenino porta nella parte superiore. Un tuffo nel tempo da non perdere.





























Il Vasamuseet conserva la nava da guerra VAsa, restaurata per il 95% rispetto all’originale. Entrare nella penombra del museo e avvicinarsi a questa nave è emozionante, soprattutto per l’imponenza e la ricchezza dei decori.




la stazione centrale, l’efficenza nordica colpisce ancora.

un negozietto (neanche poi tanto negozietto..) di stoffe a cui non ho saputo resistere… potevo tornare a casa senza qualche stoffina svedese? No. Ovviamente no.









una sosta con caffè e dolcetto alla cannella, mi sono subito adeguata allo stile alimentare svedese… colazione abbondante, pausa caffè /dolcetto a mezza giornata, e cena entro le sette di sera….eh, si, qui se non ti dai una mossa rischi di non cenare…avete notato la
felpa che ho indosso in questa foto? MI ha accompagnato in questa bella vacanza...


i maestosi magazzini NK, dove (ovviamente) ho fatto anche qui una sosta nel reparto stoffe e affini.



















ogni fermata della metropolitana è unica, un po’ come ho gia’ visto a Lisbona e (ho letto)  a Mosca.



luce alle dieci e mezza di sera….
a GAmla Stan, la via Marten Trotzigs Grand, larga solo 99 cm.

Ostelmalm shallen è un tempio della gastronomia a solo una fermata di metropolitana dalla stazione centrale, fu inaugurato nel 1888 e sotto uno stesso tetto si trovano tutte le specialita’ gastronomiche svedesi, una gioia per gli occhi e il palato!








 Non abbiamo saputo resistere a uno squisito piatto di salmone freschissimo...e birra!!


 una splendida collana dell'artista Anna Lindell, meravigliosa, unica!!


Chiudo questa rassegna fotografica con due orsi, da uno dei molti giardini di Stoccolma.
A presto.

Anna Maria
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...